La Storia

Da ieri a oggi

Il Convento dei Neveri sorge a Bariano, dal romano Barius, particolare zona della Bassa Bergamasca che si è rilevata col tempo una ricchissima fonte di reperti, costituiti non solo da sporadici oggetti, ma anche da vere e proprie strutture murarie, con il tempo inglobate nel complesso monastico.

I rinvenimenti archeologici, ascrivibili ad un periodo che va dal I al III secolo d.C., indicherebbero che il Convento, fondato come tale nel 1480, sorga sull’antico insediamento romano Vicus Averga.

Dopo essere stato venduto all’asta fu adibito a corte rustica e nel 1860 venne demolita la chiesa principale del convento, denominata S. Maria dé Neveri. Integra è rimasta, invece, l’altra chiesa facente parte della struttura: la chiesa di S. Maria del Carmine. Anche questa chiesa è testimone di una storia molto antica ed interessante, sia dal punto di vista devozionale che storico-archeologico; sorge dove era ubicata la chiesa altomedievale dedicata a San Giovanni Battista, la quale a sua volta era stata edificata probabilmente dove esisteva un ninfeo romano

Orari di apertura:
Lunedì - Martedì: chiuso
da Mercoledì a Sabato: 19:30 - 22:30
Domenica: 12:30 - 14:30 / 19:30 - 22:30

I menù del Ristorante del Convento

Ubicato al secondo piano della struttura, il Ristorante si articola in diverse sale molto suggestive. Grazie alla varietà degli spazi, risulta essere un ambiente unico: dal porticato del Chiostro al pavimento in vetro del Salone Romano, dal moderno Soppalco al Classico Salotto. Ma la particolarità la si trova salendo le scale che dal piano inferiore portano al piano superiore: un lungo corridoio con 10 celle con una capienza da 2 a 8 posti, stanze dove una volta dormivano i frati, e che attualmente sono state trasformate in piccoli privée in cui è possibile cenare o pranzare. Le celle hanno uno stile sobrio ed essenziale e sono avvolte da un’aurea di spiritualità che conferisce agli ospiti una predisposizione contemplativa al cibo.

Menu alla carta